Visitare Cividale del Friuli

Come bed and breakfast ad Udine oggi vogliamo cominciare una rubrica dedicata ai punti di interesse imperdibili nella nostra regione.

Quando organizzate una piccola vacanza ad Udine è impossibile non pensare di sconfinare, anche solo per un giorno a Cividale del Friuli.

Un piccolo borgo in cui le tracce di un ricco passato sono ancora ben visibili e le cose da visitare a Cividale non mandano di certo.

Partiamo dal Ponte del Diavolo che si erge a picco sulle acque color smeraldo del fiume Natisone. La leggenda vuole che quando il ponte era in fase di costruzione il diavolo ci mise lo zampino per ostacolare il lavoro dei costruttori. Essi allora decisero di dare al diavolo l’anima della prima creatura avesse attraversato una volta ultimato. La prima creatura però fu un cane ed il diavolo così fu beffato. Il ponte del Diavolo che vediamo oggi però è solo una copia, quello originale è stato fatto saltare per bloccare la ritirata dell’esercito austriaco durante la prima guerra mondiale.

Attraversando il corso principale dei Cividale possiamo vedere gli esterni riccamente affrescati di edifici che risalgono a Medioevo e Rinascimento. Alla fine del corso troviamo Piazza Paolo Diacono dove sorge la casa dello storico Patriarca di Aquileia.

Da non perdere poi due importanti simboli delle dominazioni straniere a Cividale ovvero il Tempietto Longobardo e l’Ipogeo Celtico.

E’ anche possibile effettuare una tranquilla passeggiata lungo il corso del fiume Natisone.

Tra gli eventi imperdibili che si svolgono a Cividale del Friuli il Palio di San Donato, la messa dello Spadone ed i periodici mercatini dell’antiquariato in pieno centro storico.

Per chi volesse estendere la sua visita anche al di fuori di Cividale vi consigliamo una visita all’abbazia di Castelmonte che si inerpica sulla colline che sovrastano la città oppure una visiti alle valli del Natisone fatte di paesini pittoreschi e natura incontaminata.